sabato 31 ottobre 2015

Musica // album in streaming per navigare tra le nuvole del dreampop e le onde marine del surf pop


Poichè sono pigra e amo fare tutto con calma nei giorni in cui non mi devo precipitare con fare fantozziano per strada alla ricerca della scorciatoia più scorciatoia per arrivare in tempo a lavoro, mi posso dedicare alla musica, così come mi piace da tempi immemori.
E poichè mi piace scrivere, se scopro qualche emergente degno di nota, posto una piccola recensione qui, oramai dal 2010.



E poichè questo non è solo un luogo dedicato all' estetica fine a sè, mi permetto di proporre della musica interessante, che tra un vestito e una borsa, ci lasciano qualcosa dentro, oltre che fuori.


Pertanto do' qui il benvenuto alla musica dei Beach House, degli Any Other e di Trust Fund: i primi, più famosi, sono adorabili col nuovo disco Thank Your Lucky Stars, fresco fresco di pubblicazione, ricco di suggestioni dreampop, più indicato per il pomeriggio, facilmente preda della nostalgia; gli Any Other sono italiani, più indie rock, che col loro album Silently. Quietly. Going Away sono magnifici, e ci avvicinano di molto a quei pigri pomeriggi di primavera in cui era sempre l'ora di un aldo caffè con la tua migliore amica.
Infine, ma non meno interessante, Trust Fund che col nuovo album Seems Unfair ci fa credere, con un sapiente gioco di suoni surf pop, che l' illusione che l' estate non sia finita e che si nasconda tra le foglie ingiallite degli alberi in attesa di splendere ancora.
Eccovi qui gli album, tutti in streaming. 
Enjoy!


 

lunedì 26 ottobre 2015

Tendenze // viola, glicine. lilla o come volete definirlo voi - tanto in fatto di colori non ne azzecco una

Chiamatelo un po' come volte, il colore in questione - portpora? viola? lilla?  - e' presente in maniera sottila ma constante un po' ovunque.
Un modo per ricordarci che l' Autunno non e' fatto solo di colori dorati ma anche di pensieri piu' alternativi.










interessante come il viola si evolta in tutte le sue sfumature, arrivando fino al lilla e glicine, colori considerati primaverili ma ura utilizzabili anche in inverno nelle loro versioni piu' fredde.
Per non dimenticare che nell' altro emisfero la Primavera esiste ancora e tornera'.



martedì 20 ottobre 2015

Icone // Amanda Lear, il non convezionale e La Regina di China Town



La passione per il personaggio di Amanda Lear è qualcosa sortomi con l'età adulta (?).
Se da ragazzine il modello di bellezza femminile a cui ispirarsi è sempre molto lineare e forse anche banale, quando si diventa adulti (grazie al cielo) si matura una certa preferenza per l' inconsueto, spinti dal gusto per il bizzarro e l' inaspettato.
Amanda Lear è cosi': bizzarra, inconsueta e molto ganza.



E l'ultimo termine utilizzato non è sostituibile con nessun altro: è figa perchè è estroversa, esotica, artistica, trash a tratti, femminile fino al midollo, anticonformista, lolita, dominatrice e tanto altro che si nasconde dietro il latex in cui si rifugia.
E' un tripudio di nudo anni sessanta che vuole rompere le regole borghesi, è le paillettes anni settanta, il suo legame con David Bowie, con Brian Ferry, con Dali', con il mondo underground che, purtroppo, ci è lontano ma che tanto vorremmo raggiungere.




Amanda Lear è stata un po' tutto, attrice, showgirl, modella, icona pop ma anche e soprattutto cantante.



E se Follow Me, che comprare anche nella colonna sonora di Dallas Buyer Club, è bellissima e trashissima, Queen of China Town è quella che rispecchia la parte più brillantinata di me, che viene a galla solo se intorno è buio e la musica è fantachic.








 






lunedì 5 ottobre 2015

Tendenze // il verde bandiera in ogni dove

In realta' erano alemno tre anni che circolava - almeno nei mercatini cosi' era, e sinceramente, per me sono il vero punto di riferimento in fatto di moda, perche' la moda parte dal basso, a mio parere.










Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...